Più leggeri, ma con il ferro a posto

Quanti pazienti sono in carenza di ferro? Ebbene, la perdita di peso, in coloro che sono sovrappeso o obesi, contribuisce a ripristinare l’omeostasi del ferro.

Immagine bilanciaNonostante la crescente prevalenza mondiale di obesità e carenza di ferro (ID), non esistono ancora linee guida su come trattare e gestire l'ID correlata all'obesità.

Un gruppo di ricercatori di Taiwan ha condotto una revisione sistematica e meta-analisi per indagare se la perdita di peso può ristabilire l'omeostasi del ferro tra soggetti sovrappeso [OW] o obesi.

In totale, 879 soggetti sono stati raggruppati in 14 studi. L’emoglobina migliorata è stata trovata in studi longitudinali (WMD = 2,50 g / dl, intervallo di confidenza al 95% [CI]: 0,88, 4,12 g / dl, I2 = 14%) ma non in studi controllati randomizzati o dopo essere stati stratificati da programmi dietetici. È stata osservata una saturazione significativamente maggiore della transferrina nelle analisi aggregate (WMD = 1,68%, IC 95%: 0,97%, 2,39%, I2 = 44%) e sottogruppi. Una meta-regressione ha dimostrato che i cambiamenti nello stato del ferro erano positivamente correlati con i cambiamenti nell'indice di massa corporea (BMI) e la durata dell'intervento ma negativamente correlati con il peso corporeo / BMI di base, l'età, il sesso e una dieta ipocalorica standard.

Questi dati, concludono i ricercatori, suggeriscono che, nonostante le restrizioni energetiche, la perdita di peso può aiutare a ristabilire l'omeostasi del ferro nelle persone con OW o obese.
 

Autori: I-Chun Teng, Sung-Hui Tseng, Bianda Aulia et Al.
Fonte: Obes Rev. 2020 Jul 16. doi: 10.1111/obr.13080. 
Link della fonte: https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/obr.13080


 
Autore:

DS Medica

Società leader in Italia nella nutrizione clinica e nella diagnostica per immagini. DS MEDICA è partner dei più importanti Istituti di Ricerca italiani ed internazionali nelle aree di eccellenza in cui esplica la sua attività.

Segui DS Medica      

Tecnologia e servizi approvati da:


EMA: European Medical Association


Federanziani

Sistema di certificazione qualità:

Uffici di rappresentanza:

Sede di Milano
Via Teodosio, 74
20131 - Milano
Sede di Roma
Viale Regina Margherita, 302
00198 – Roma
Sede di Napoli
Via Jannelli 646
80131 - Napoli